Foto by Bruno Trentini
VENEZIACENTOPERCENTO – CAMERE E APPARTAMENTI A VENEZIANotizie › Visitare Le Chiese Di Venezia

Visitare Le Chiese Di Venezia

Venezia è la città dell’arte, della cultura e della romanticità, un luogo incantevole ricco di tradizioni e storia che ha ospitato nel passato la maggior parte delle personalità più illustri del periodo rinascimentale, alcuni dei quali, Tintoretto, Bellini, Veronese, Tiziano.

Visitare Le Chiese Di Venezia

 

Visitare le chiese di Venezia, dovrebbe essere sicuramente nella lista delle cose da fare nel caso tu sia interessato alla cultura e all’arte o semplicemente desideri passare un magnifico week-end in una città dove arte e mistero s’incontrano. A tale proposito vi sono alcuni aneddoti intorno alle chiese veneziane che stimoleranno sicuramente la tua curiosità.

Prima tra tutte la Basilica di San Marco, struttura arcinota per la sua maestosità e perché rappresenta per antonomasia la Città di Venezia. Si racconta che la Basilica custodisca all’interno del Battistero la pietra su cui rotolò la testa di Giovanni il Battista a seguito della sua decapitazione per ordine d’Erode.

A seguire diventa quasi obbligatorio fare un salto alla chiesa di San Giacomo di Rialto, l’edificio religioso più antico di Venezia risalente addirittura al 412 dopo Cristo. Nelle prossimità di questa chiesa vi è il famoso ‘Gobbo di Rialto’, una struttura in pietra dove si leggevano i Decreti della Repubblica ed i bandi pubblici.

Per non farsi mancare nulla e scoprire quale fosse la cultura veneziana intorno al 1600 è utile visitare la Chiesa delle Zitelle, nota anche con il nome di Santa Maria della Presentazione. La storia narra che questa chiesa fu costruita all’interno delle mura di ‘Casa delle Zitelle’, una sorta di casa-famiglia cinquecentesca fatta costruire dalle nobildonne veneziane per offrire asilo alle giovani ragazze avviate per la loro avvenenza alla prostituzione.

Cuore del folklore religioso popolare veneziano è poi la Chiesa del Santissimo Redentore, costruita sull’isola della Giudecca ed ‘opera magna’ dell’architetto Andrea Palladio, terminata dopo la sua morte da Antonio Da Ponte. La chiesa rappresenta un tempio votivo consacrato dai veneziani al Redentore in occasione della peste cessata nell’anno 1576.

A conclusione di questo piccolo tour (si potrebbero, infatti, scrivere interi libri che spieghino come visitare le chiese di Venezia), un’ultima citazione la facciamo circa la Chiesa di San Giovanni in Bragora, conosciuta perché al suo interno una lapide attesta che qui vi fu battezzato nel 1678 il famosissimo musicista Antonio Vivaldi.

Scopri le nostre offerte per la tua vacanza a Venezia.

 

Photo creditLa Laetti